Benvenuti nel mio sito

Non si smette di giocare perche' si invecchia,
ma si invecchia perche' si smette di giocare!!!
 

Avevo circa 11 anni di eta’ quando ho iniziato a costruire aerei di  carta dopo aver letto un libro dal titolo “L’aeroplano cosa è” e questo  hobby,seppur sopito nel tempo,è stato ripreso con interesse circa 25  anni fa (1984).

Con i primi aerei di carta è sopraggiunta una sfrenata passione per il volo che mi

ha fatto intraprendere con successo la professione,durata 30 anni,di Pilota Civile

di linea;ho iniziato con piccoli aerei ad elica (3 anni) per poi passare sui Jets di linea come il FOKKER 28, DC9 30, ed infine MD80,totalizzando circa 12’000 ore di volo,9’000 delle quali con il grado di Comandante ed istruttore.

Forte dell’esperienza di cui sopra ed avendo una buona manualita’ ho  iniziato a pensare  all’aereo di carta non piu’ come giocattoli per  adulti ritardati,come molte persone ignoranti oserei dire giudicano,ma  come ricerca sperimentale nel campo aerodinamico della bassa velocita’ e  ridotti “Numeri di Osborne Reynolds” che possono portare alla costruzione di veri aerei da trasporto (George Cayley insegna) come il caso dell’ormai storico supersonico Concorde, la cui idea,pochi sanno,e’ partita da un modellino di carta volante.

La realizzazione dei modelli nasce dallo studio,dalla ricerca,dalla sperimentazione e dall’applicazione metodica e ragionata.

Alcuni sono frutto di una  illuminazione improvvisa,di un incontro casuale,di un errore o di una piega sbagliata.

 

Com.te  Aurelio Liotta

I was 11 when I begun to build paper airplanes. I started it after  reading the book “What is an airplane”. I rediscover this hobby again  about 25 years ago, in 1984.
That was the origin of my overwhelming passion for flying that  address me to the profession of civil aviator lasted thirty years. I  started piloting small aircrafts, for three years, to continue with jets  such as FOKKER 28, DC9 30 and eventually MD80.
I scored a total of 12000 flying hours of which 9000 as Commander and Instructor.
Being an expert and having a good manual skills I gave up thinking to  the aircraft as a toy, as many superficially believe, but as an  aerodynamic research in the field of low speed and reduced “Osborne  Reynolds’ numbers” that made possible the construction of real passenger  aircrafts (as shown by George Cayley) as happened for the famous  Concord supersonic aircraft that was designed, as only few know, based  on a paperwork.
The realization of the models comes from the study, research, and  application of sperimentazionee methodical and rational.Some are the  result of a sudden enlightenment, a chance encounter, a mistake or a  wrong turn.
Commander Aurelio Liotta

Condividi